Benedetta Mazza, Edoardo Stoppa e Gabriele Cirilli alla presentazione dello spot Amo gli animali

Ormai è legge, almeno in Lombardia: gli animali d’affezione potranno entrare on ospedale per far visita ai propri padroni e rendere la loro degenza più serena. Grazie al lavoro di “Amo gli animali“, che ha sostenuto l’approvazione di questa norma da parte della Regione Lombardia, e grazie soprattutto all’Assessore Regionale alla Sanità Giulio Gallera, non co saranno più impedimenti, e i malati in lunga degenza, anziani e bambini, potranno finalmente godere delle visite dei propri pelosetti.
Per promuovere questa bella iniziativa, e rendere auspicabile una maggiore sensibilizzazione anche tra le altre regioni italiane, i responsabili di “Amo gli animali” hanno girato uno spot che verrà presentato il prossimo 20 novembre dalle ore 19 in poi presso lo Swiss Corner di Piazza Cavour a Milano.
Nel corso della serata interverranno anche molti ospiti vip. Immancabile l’amico degli animali Edoardo Stoppa, che ha curato la regia dello spot. Presenti anche Gabriele Cirilli, protagonista del lancio pubblicitario, e Benedetta Mazza, da sempre grande sostenitrice della causa.
“Lo spot – raccontano i responsabili dell’associazione – si propone di informare il pubblico sul fatto che la Regione Lombardia ha approvato una legge che permette ai pazienti ricoverati in ospedale di ricevere la visita dei loro animali domestici”.

“Coloro che hanno degenze lunghe (anziani, malati cronici, bambini ecc.) potranno così beneficiare dell’affetto dei loro fedeli compagni – spiegano ancora – La legge regionale vuole aiutare a superare sconforto e solitudine che spesso accompagnano le lunghe e noiose permanenze nei nosocomi, nonostante gli sforzi, le attenzioni e le cure dei parenti e del personale sanitario”.

enrico lunardi

“Lo spot è patrocinato dalla Regione Lombardia – concludono – la regia è di Edoardo Stoppa, interpretato da Gabriele Cirilli, Titti Quaggia, la paziente-attrice Lavinia Reda e la bravissima cagnolina Luna. Le musiche sono di Ivana Spagna”.

Please follow and like us:

Autore dell'articolo: Sonia Russo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *