Weinstein: prima amato e baciato, ed ora…

I Golden Globes 2018 verranno ricordati per la massiccia adesione delle star al sostegno di Time’s Up, un’organizzazione formata da 330 donne dello spettacolo (attrici, registe, produttrici, agenti, dirigenti) per combattere le molestie sessuali e i comportamenti inappropriati sul posto di lavoro in generale, a Hollywood in particolare. Per mostrare il loro sostegno all’iniziativa, la quasi totalità delle personalità ha sfilato sul red carpet della cerimonia vestita di nero.

Gwyneth Paltrow e Harvey Weinstein

Innegabile che l’organizzazione, così come il movimento #metoo sia nato in seguito allo scandalo Weinstein, che ha visto il produttore americano Harvey Weinstein accusato di avances esagerate e non gradite, molestie e persino stupro da parte di moltissime attrici, oggi unite nel denunciare le attenzioni e le molestie subite in passato.

Harvey Weinstein e Madonna

Eppure in quel passato gli atteggiamenti di Weinstein erano noti, persino ai suoi amici, erano oggetto di discorsi e di battute eppure il produttore poteva contare sull’appoggio e l’amicizia di molti a Hollywood, come scrisse in un controverso post su Facebook l’attore e sceneggiatore Scott Rosenberg, persino da donne. Come Opray Winfrey, che qui vediamo stampargli un bacio sulla guancia. E non era la sola.

Oprah Winfrey e Harvey Weinstein

Come cambiano le cose, da un anno all’altro…

Please follow and like us:

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *